Collabora anche tu: pubblica, segnala, comunica

26.6 C
Grottole
martedì, 18 Giugno, 2024

Vino e Allegria, dopo le celebrazioni religiose: Sant’Antonio Abate 2024

Dormire sul Santuario per un esperienza e per recuperare energia dopo danza, canti e vino.

- Pubblicità -

Vino e allegria – Sant’Antonio Abate, dopo le celebrazioni religiose, festa e allegria. Anche quest’anno 2024, molti grottolesi, dopo le celebrazioni religiose, sono restati sul monte di Sant’Antonio per riunirsi intorno a tavole imbandite, condividendo cibo e vino prelibati in un’atmosfera di calorosa fratellanza. La tradizione si rinnova, con canti e balli che risuonano tra le colline, mentre il fuoco del falò riscalda i cuori e le anime di tutti i partecipanti. Le risate dei bambini e i racconti degli anziani si mescolano, rendendo la festa un momento indimenticabile per la comunità.

Il profumo del vino e allegria si diffondeva nell’aria

L’allegria era palpabile, e il profumo del vino si diffondeva nell’aria, portando con sé un senso di comunità e tradizione. Le melodie dei canti popolari risuonavano tra le colline, e ogni nota sembrava raccontare un pezzo di storia. 
Il calore umano e la convivialità hanno reso la notte indimenticabile.

Molti hanno espresso i loro sentimenti gridando al mondo di essersi divertiti, ringraziando l’esistenza di questa festa che permette di realizzare tutto questo tra tradizione e sapori. Molti hanno anche invitato amici e parenti, dichiarando di essere disponibili a non far perdere questa tradizione. La festa rappresenta un momento importante di condivisione e gioia, un’occasione unica per celebrare le radici culturali e i gusti autentici che altrimenti rischierebbero di andare perduti. È un’iniziativa che unisce le persone, rafforzando il senso di comunità e appartenenza.

Vino e Allegria - Sant Antonio Abate 2024

La tradizione: “Amma dorm sopa Sant’Antuon”

Come da tradizione, molti sono rimasti a dormire sul Santuario, in tende o vicino al fuoco, per recuperare forze ed energie per il mattino seguente e affrontare il ritorno dopo la risistemazione del posto e della natura. Il calore del fuoco e il cielo stellato sopra di loro creavano un’atmosfera magica e meditativa. La quiete della notte permetteva a tutti di riflettere sulle esperienze vissute durante il giorno. Al sorgere del sole, il gruppo si preparava con dedizione a ripulire l’area, rispettando l’ambiente circostante e lasciando il Santuario pronto per i prossimi visitatori.

Vino e Allegria - Sant Antonio Abate 2024

- Pubblicità -
Ultime notizie
- Pubblicità -
Notizie correlate
- Pubblicità -